Pubblicato da: Michele Angeloro | lunedì, 7 gennaio 08

SDPPRAFUVAC

24.jpg
Involontariamente ho cancellato gran parte di un mucchio di parole che ho sempre pensato e mai concretizzato su carta. Forse non era destino o forse sono solo maldestro. Non lo so. Ma questa cosa devo dirtela e sebbene sia fatta di poche parole, spero che comunque sarai capace di interpretarla. Scusami. Scusatemi.

[...]

Hai presente quando cammini per strada e senti il profumo di albero di pino? Involontariamente lo colleghi ad un momento del passato e provi un senso di nostalgia. Ti fa male. Malissimo. E stai ancora camminando perche’ dura solo un’istante.
Quando sistemi gli scatoloni e trovi ricordi che non pensavi esistessero. A volte puo’ essere una fotografia, altre volte una semplice bottiglia vuota di cocacola. Ma cio’ che provi e’ sempre lo stesso. Qualcosa che sa di buono, di dolce.
E quando alla mente riaffiorano scene che per tutta una vita non avevi mai ricordato. Li’. Sempre. Scatta quel dolore strano alla gola. Ti senti soffocare e involontariamente piangi. E piu’ piangi e piu’ fa male ma non puoi fermarti. Perche’ il ricordo e’ troppo bello per essere fermato. Cosi’ che te lo godi fino in fondo senza respiro. E poi piano piano diventa inconsistente. Quasi pari allo zero.

[...]

Quando penso a Lorenzo e Stefano questo e’ quello che provo. Non so che vita facciano. Non so quali persone frequentano. Eppur li amo. Inevitabilmente. Incessantemente.

[...]

A volte mi aspetto di lacrimare e invece non accade mai. Eppure sono sempre stato facile alle lacrime, per un film, o per una delicatezza di donna, ho sempre fatto la parte di quello che piange e non di quello col mantello e la spada. Forse perche’ al momento era piu’ facile ma ora che ci penso non mi importa piu’ di tanto. Penso che siano poche le persone nel mondo che riescono a provare determinate sensazioni. E io per quelle che mi ero proposto di provare almeno una volta nella vita, sono gia’ a buon punto.

Sono un tipo fortunato, lo so.

[...]

Ti lascio alla lettura di una poesia che trovai durante una ricerca anni fa. Credo sia adatta. Ma mi dispiace stavolta non e’ dedicata a te.

Qui ti amo.
Negli oscuri pini si districa il vento.
Brilla la luna sulle acque erranti.
Trascorrono giorni uguali che s’inseguono.

La nebbia si scioglie in figure danzanti.
Un gabbiano d’argento si stacca dal tramonto.
A volte una vela. Alte, alte, stelle.

O la croce nera di una nave.
Solo.
A volte albeggio, ed è umida persino la mia anima.
Suona, risuona il mare lontano.
Questo è un porto.
Qui ti amo.

Qui ti amo e invano l’orizzonte ti nasconde.
Ti sto amando anche tra queste fredde cose.
A volte i miei baci vanno su quelle navi gravi,
che corrono per il mare verso dove non giungono.
Mi vedo già dimenticato come queste vecchie àncore.
I moli sono più tristi quando attracca la sera.

La mia vita s’affatica invano affamata.
Amo ciò che non ho. Tu sei così distante.
La mia noia combatte coni lenti crepuscoli.
Ma la notte giunge e incomincia a cantarmi.
La luna fa girare la sua pellicola di sogno.

Le stelle più grandi mi guardano con i tuoi occhi.
E poiché io ti amo, i pini nel vento
vogliono cantare il tuo nome con le loro foglie di filo metallico.

Pablo Neruda

[...]

“Sono questi i momenti in cui creiamo le cose che ci portiamo avanti negli anni”
Lorenzo Baldini

© Stefano Papa

About these ads

Responses

  1. ciao orsetto lavatore a quando il prox giretto in città?

  2. ti rispondo in rima.

    “la parola è un’ala del silenzio”

    P.Neruda

  3. è vero ………sei proprio fortunato!

  4. camicia di forza

  5. che bello il video!!mi piacciono un casino i video fatti cosi al contrario….!!:D

    feb


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: